.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.

Abruzzo.no racconta l’Abruzzo
attraverso le persone che lo vivono,
lo promuovono, lo hanno scelto.

E’ un luogo per (ri)scoprire la regione attraverso chi la fa e la vive, attraverso mestieri vecchi e nuovi, itinerari, sapori ed odori di questo meraviglioso angolo italiano. Attraverso gli sguardi delle Genti d’Abruzzo ripercorriamo cammini antichi o ne tracciamo di nuovi, o semplicemente sogniamo nuove vite a colori.

 

Insieme a Chiara e Francesca (qui sotto), che l’Abruzzo lo conoscono da dentro e da fuori,

abbiamo creato questo nuovo progetto:

l’Abruzzo attraverso le sue Genti.

 

 

Cosa si trova su Abruzzo.no? 

Luoghi ed Itinerari

una guida alla (ri)scoperta della regione

 

Genti d’Abruzzo

le storie di chi la regione la vive, e la conosce

 

Oppure usate i Tags, per trovare i temi che vi interessano.

Seguiteci su Facebook e Instagram , per sapere quando escono nuovi articoli, e magari per incoraggiarci nel nostro progetto.

Infine, suggerite temi, persone, luoghi ed itinerari alla nostra mail.

Dove nasce Abruzzo.no? 

 

Da un idea di Birger che, anni fa, ha scoperto una regione che “non stanca mai”.

Nel 2007 gli viene in mente di registrare questo dominio per far conoscere la regione ai suoi conterranei norvegesi. Con altri due amici, Børre ed Annelise, abbiamo iniziato a lavorarci, ma il progetto e’ tornato nel cassetto. Nel 2018 l’ho ripescato, con gran piacere del team norvegese. Ed eccoci qui!

 

Buona lettura!

Venusia

Venusia

Venusia ha vissuto per 20 anni allo stesso indirizzo abruzzese, ma dal 2003 vive all’estero cambiando di tanto in tanto lavoro, paese e continente. Tra le tante passioni, tra cui usare 4 lingue pure coi sassi, gli e’ rimasta quella per l’Abruzzo e le sue genti. Su Abruzzo.no si occupa un po' di tutto, essendone l’iniziatrice assieme a suo marito Birger, un norvegese che oramai capisce pure il dialetto.

Proverbio abruzzese preferito: “Chi s’avante e’ chicocce”.
Piatto abruzzese preferito: Brodo di Natale (ma scegliere e’ difficile!)
Luogo del cuore: La costa dei trabocchi, i boschi della majella, e la Lanciano addavere.

Francesca

Francesca

Partita dall’Abruzzo nel 2014, Francesca ha ormai nostalgia di casa anche solo a sentir parlare di orsi, lupi e confetti. Appassionata di letteratura, potrebbe cadere il mondo mentre è immersa nella lettura di un buon libro e non se ne accorgerebbe. Oggi vive a Toulouse, in Francia, dove insegna italiano all’università e scrive di libri, cultura e società per le riviste Radici e La Bibliothèque italienne. Su Abruzzo.no scrive, corregge, traduce...

Proverbio abruzzese preferito: “A ògne ttèrre c'è n’usanze; a ògne mmijjicule c'è na pànze”.
Il suo piatto abruzzese preferito: pizz e fojie
Il suo luogo del cuore: semplicemente casa. Vigne e ulivi a perdita d’occhio, colline verdi e uno scorcio di mare all’orizzonte: Abruzzo in a nutshell.

Chiara

Approdata a Roma 13 anni fa, dopo una parentesi a Perugia e mesi sparsi nella Perfida Albione, Chiara ha scelto la Capitale per occuparsi di comunicazione, eventi e marketing. Quasi per caso si ritrova spesso a raccontare della sua terra, a far assaggiare le sue specialità, a volte sconosciute, a entusiasmarsi per il fascino di luoghi e persone del suo Abruzzo. Costa dei Trabocchi, Pallotte Cace e Ove, Bocconotti, sono solo alcuni degli argomenti per conquistare i suoi interlocutori. Su Abruzzo.no scrive, intervista, fa network...

Il suo proverbio abruzzese preferito: Daje e daje, la cipolle divende aje
Il suo piatto abruzzese preferito: pallotte cace’ e ove
Il suo luogo del cuore: le colline Frentane che scendono verso il mare Adriatico, senza dimenticare la montagna che ti protegge alle tue spalle

Chiudi il menu